Storie di luoghi

Un cumulo di terra, negli anni ricoperto dalla vegetazione, disegna un paesaggio surreale, proiettando l’occhio direttamente al cielo. Dall'altro lato della collina verde, a contrasto, un paesaggio desolato, vegetazione incolta, rami secchi, polvere. Silenzio. Volgendo lo sguardo, poco distante, si scorge la sagoma di un edificio. Abbandonato, in rovina. Proseguendo lungo quel percorso polveroso, alte torri si stagliano, proiettando lunghe ombre. Tutto è stato abbandonato, chiuso. Gli operai sono spariti, le loro voci e i rumori dei macchinari non si sentono più. L’unico sibilo è il vento che scuote le fronde secche degli alberi.

Ricordi nostalgici di una bambina che, col padre, in sella ad un motorino bianco, percorrevano i sentieri sterrati, nel verde del parco tutt’intorno per andare a pescare nel laghetto della cava, di cui ora rimane solo la sagoma e il ricordo.


Cava Alberti - Crema. Chiusa per fallimento nel 2013




Scrivi commento

Commenti: 0