Visione Astratta

Il progetto si basa sull’idea di rappresentare la realtà in chiave minimalista, andando a ricercare nelle trame dei murales, nelle textures, nei colori delle vie cittadine, composizioni armoniche ed astratte. I muri delle città diventano tele colorate e scenari infiniti di nuovi mondi da scoprire.


Ritratti all'aperto

La sfida: riuscire a ritrarre 20 persone (per la maggior parte mai incontrate prima), in un parco pubblico a Milano, in una giornata. Questa l'idea dietro alla prima tappa del tour "Ritratti all'aperto". Operazione riuscita, tanta fatica, ma grande gioia nel conoscere tante persone, condividere con loro dei bei momenti e portarsi a casa dei bei ritratti.


Ritratti d'artisti

Selezione di immagini riprese durante un ciclo di interviste realizzate da Alessandro Guerriero (Architetto, designer, artista e presidente della NABA - Nuova Accademia di belle arti di Milano), ad artisti, per la rivista Made05, progetto coordinato allora da Fabio De Stefani.


UNveil

La lotta continua: coprirsi e scoprirsi. Con queste immagini si vuol puntare l'attenzione su quanto oggi sia apparentemente facile scoprirsi, anche se non ci si scopre mai veramente. Subito pronti a spogliarci dalle vesti, ma sempre più pronti a coprire la nostra vera essenza. Il gioco dello scoprire il corpo ma di coprirsi il viso in segno di pudore, vergogna. Il riappropriarsi della libertà di mostrarsi nudi, con le conseguenze psicologiche che ciò comporta, la caduta, il rialzarsi, in un'eterna lotta tra la parte interiore fatta di sentimenti tumultuosi e contrastanti e la parte esteriore pronta ad esser violata, mostrata e gettata in pasto a chiunque voglia guardare.

Mia e di nessun altro

Un progetto dedicato ad un tema delicato quale la lotta contro la violenza sulla donna. Da un confronto di idee con l'amico Stefano Ogliari Badessi è nata la voglia di andare a rendere reale ciò che in realtà non è visibile, e cioè la pressione psicologica e la confusione mentale che una donna vittima di uno stalker può provare, soffermandosi sulla sensazione di soffocamento, dell’incapacità iniziale di liberarsi da quelle catene verbali che sono il primo avviso di un rapporto malato.

Nell'antro della mia paura

Il secondo capitolo, successivo al progetto "Mia e di nessun altro" dedicato al tema della lotta contro la violenza sulle donne, nato anch'esso dalla collaborazione con l'amico Stefano Ogliari Badessi. Questa serie nasce dalla volontà di rendere visibile gli aspetti psicologici della violenza. Rendere reali le paure provate dalla donna vittima di violenza, che pian piano la catturano sempre più fin a farla diventare essa stessa la sua paura. Una conclusione volutamente lasciata a libera interpretazione: un'aurea luminosa che possa simboleggiare la vittoria sulle paure o il netto contrasto della luce come fine di tutto.

 

Piano Sequenza

Una presenza invisibile, una paura interiore che coglie all'improvviso. Scappare da un nemico celato. Sentirne la presenza. Il corpo si scuote, si agita. Gli occhi non vedono. Correre. Sentirsi inseguiti. Correre per non farsi raggiungere. Liberarsi.


Freedom

C'è una silenziosa danza in ognuno di noi. Questa danza rappresenta la nostra essenza. Quando nessuno ci guarda, noi danziamo, e danzando comunichiamo chi siamo. Non balliamo per gli altri. Balliamo per noi stessi. E solo in quel momento siamo finalmente liberi

Natural Beauty

Tema di questo progetto è la ricerca della vera bellezza nascosta in ognuno di noi. Da questa ricerca nascono questi ritratti puliti, intensi, nudi dove a farla da padrone è lo sguardo emotivo ed emozionante di queste giovani ragazze. Nude su un nero fondale, nuda la scena con una sola luce ad illuminare i loro visi, i loro corpi e la loro freschezza ed intensità.